L’Italia liberata, una scultura di Giuseppe Pacchioni.

L’Italia liberata è una scultura in marmo datata 1878 e situata in piazza XV marzo, nel cuore della città storica di Cosenza. Essa è posta proprio in prossimità della villa comunale, nota come Villa vecchia, luogo in cui, sino ai primi del Novecento, i cosentini amavano passeggiare ed incontrarsi. La scultura celebra il Risorgimento (così come il nome della piazza che commemora il moto locale del 15 marzo 1844, che mosse da Corfù i fratelli Bandiera verso la Calabria e verso Cosenza, dove furono poi imprigionati e giustiziati) e fu opera del bolognese Giuseppe Pacchioni, artista e patriota amico dei fratelli veneziani. L’opera fu danneggiata durante la Seconda Grande Guerra, durante un bombardamento. È infatti priva della mano destra. Essa raffigura la personificazione dell’Italia come donna coraggiosa e sicura, a guisa di scultura classica, con in mano la bandiera. Sui quattro lati del grande basamento rettangolare, sono incisi i nomi dei patrioti caduti nel moto del marzo 1844 e quelli che persero la vita coi fratelli Bandiera poco tempo più tardi, accompagnati dagli epitaffi commemorativi il cui autore fu Giosuè Carducci.

Ph Raffaella Buccieri 2020