Il delicato Impressionismo di Olga Boznańska

Olga Boznańska era una pittrice polacca che ha lavorato molto in Europa, trovando grande consenso e aderendo, ad un certo punto della sua produzione, all’Impressionismo. Tra le sue opere più interessanti, bisogna annoverare i tanti ritratti , ma anche le splendide scene di ambienti interni di cui ha saputo cogliere dettagli sempre suggestivi. L’opera che ho scelto di proporvi in questa breve disquisizione, infatti, fa parte di quest’ultima produzione specifica. Essa è datata 1906 e si intitola appunto, Interno. Il dipinto risale al periodo francese della  Boznańska (che si era trasferita in pianta stabile, nella bella Parigi, già a fine Ottocento). Ho scelto questo quadro per la sua delicatezza e il sapore intimo di un luogo privato. Un grande specchio al centro, su una lucida consolle in legno. Vasi con fiori colorati adornano l’ambiente. Sembra di avvertirne il profumo. La tenda, leggera, nel suo essere trasparente e quasi impalpabile, é scostata, lasciando presagire al fruitore il penetrare di una dolce brezza di primavera, idealmente evocata dai fiori stessi e dalla luce che illumina la stanza. L’artista, in un dettaglio di interno, riesce a cogliere sensazioni e atmosfere suggestive, richiamando un senso di delicatezza, di calore domestico, attaverso una pennellata quasi allungata, in alcuni punti (come nella tenda o nello specchio), più “rotonda” in altri, come nella carta da parati che ricopre il muro e su cui si distingue appeso un quadro. La tavolozza è tenue, morbida. Il verde della vegetazione che si intravede al di fuori della finestra è un punto di colore che movimenta il dipinto nella sua elegante semplicità.

Copyright immagine: Muzeum Narodowe w Warszawie